Path: poloprato.unifi.it»RICERCA»PIN ricerca, TU innovi!»Coloranti naturali per Caneschi

RICERCA

PIN ricerca, TU innovi!

Coloranti naturali per Caneschi

Arredamenti Caneschi desiderava coniugare il principio di sostenibilità economica con quello di sostenibilità ambientale, per la realizzazione di arredi solvent free ovvero prodotti con colorazioni estratte da pigmenti naturali. Grazie alla collaborazione con il QUMAP (Laboratorio di Qualità delle Merci e Affidabilità del Prodotto) sono stati realizzati articoli colorati principalmente con il tannino di castagno. Inoltre sono state realizzate lampade che contengono sensori per l’analisi ell’aria.

“Realizziamo arredi solvent free con processi ecosostenibili con il PIN”

Cinzia Caneschi
Quality Manager
Arredamenti Caneschi S.p.A.

1. L'AZIENDA
Arredamenti Caneschi S.r.l. nasce negli anni settanta e si rinnova completamente negli anni ottanta quando si trasferisce nella sede attuale di Via Pievan Landi ad Arezzo. Nata da una tradizione artigianale, Arredamenti Caneschi S.r.l. è specializzata nella produzione su misura sia di ambienti interni, come abitazioni private, uffici, negozi, realizzazione di stand, che ambienti esterni. L’azienda, consapevole della necessità di soddisfare con continuità le aspettative dei committenti e di ottemperare alle disposizioni di legge del settore arredamento, opera secondo un regime di Qualità secondo la normativa UNI EN ISO 9001:2008.

2. IDENTIFICAZIONE DELL'ESIGENZA
Arredamenti Caneschi aveva l’esigenza di coniugare il principio di sostenibilità economica con quello di sostenibilità ambientale, per la creazione di arredi solvent free ovvero realizzati utilizzando essenze vergini e colorazioni estratte da pigmenti naturali.
Al tempo stesso c’era la volontà di effettuare approvvigionamenti a chilometro zero e di porre  anche attenzione alla gestione degli scarti in chiave di riciclaggio e smaltimento.
In questo quadro è nata la collaborazione con il laboratorio Qumap (Qualità delle Merci e Affidabilità del Prodotto) del PIN.

3. APPROCCIO SEGUITO
Dopo una prima fase di analisi delle reali esigenze aziendali, è stato deciso di procedere alla realizzazione di campionature sperimentali su legno, utilizzando come finiture numerose tinte estratte in laboratorio. In particolare alcune di esse si trovavano sotto forma di radici e/o di estratti secchi e per essere estratti necessitavano di bagno caldo.
Le prove su legno sono state eseguite ripetendo più volte l’applicazione della tintura con successiva scartatura al fine di permettere alla tintura di entrare con maggiore profondità nei pori. Alle prove su campione sono seguiti la realizzazione di prototipi per campionario sia per verificare l’impiego di tecniche di lavorazione maggiormente sostenibili sia per provare l’effettivo risultato dell’applicazione delle tinture solvent free, da un punto di vista estetico e di applicabilità effettiva.

4. INDIVIDUAZIONE DELLA SOLUZIONE
La realizzazione di una linea prototipale innovativa – incentrata sull’utilizzo di materiali naturali sostenibili e da recupero e con processi a basso impatto ambientale – è molto impegnativa viste le numerose necessità richieste durante la fase di sperimentazione.
Per questo motivo è stato deciso di selezionare solo alcuni prototipi sui quali concentrare la sperimentazione.
In questa fase Arredamenti Caneschi e Qumap hanno deciso di sperimentare delle lampade sensoriali, realizzate con un legno tessuto, finite con tinture naturali e contenenti sensori per l’analisi dell’aria.
Uno dei maggiori risultati testati nell’applicazione di tinture naturali su legno è stato il tannino di castagno.

5. FATTORI DI SUCCESSO
Il principale fattore di successo di questo progetto è stato la creazione di un team interdisciplinare che ha operato a stretto contatto con il team interno dell’azienda.
La realizzazione del progetto ha avuto importanti conseguenze sia in termini di innovazione di processo/prodotto che in termini di accrescimento di know-how del personale coinvolto.
Un altro aspetto importante è stato il ruolo di hub di Qumap che, grazie alla sua rete di relazioni e alla sua capacità di fare network, ha messo in contatto Arredamenti Caneschi con altre realtà aziendali toscane, tutte sensibili ai temi della sostenibilità e operanti in settori sinergici ai fini della ricerca.
La preparazione tecnico-scientifica dei membri del laboratorio Qumap unita alle loro disponibilità e capacità di sperimentare sono altri elementi che hanno garantito la riuscita del progetto.