Progetti

Progetto Monitoraggio dell’andamento di mercato della filiera del Vino toscano e benchmarking con casi di successo di programmazione della produzione dell’offerta (MO.VI.TO)

PSR 2014-2020 – Bando pubblico per l’attuazione dell’operazione relative alla sottomisura 16.1 “ sostegno per la costituzione dei gruppi operative del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura – Annualità 2016

 

Progetto Monitoraggio dell’andamento di mercato della filiera del Vino toscano (MO.VI.TO)

Obiettivi

Il progetto intende affrontare un problema comune a tutte le denominazione dei vini Toscani attraverso l'introduzione di innovazioni organizzative che derivano dal benchmarking con altri Paesi europei, in particolare Francia e Spagna.

Il problema

L'eccessiva fluttuazione dei prezzi all'origine è un problema comune alle Denominazioni dei vini toscani. È consapevolezza condivisa che per ovviare al problema occorre anzitutto colmare il vuoto informativo circa gli andamenti di mercato delle denominazioni. Tale mancanza priva sia le imprese della possibilità di sviluppare adeguate politiche commerciali, sia i Consorzi della possibilità di una gestione strategica delle denominazioni, non avendo le basi conoscitive necessarie a predisporre consapevolmente interventi adeguati a contrastare le eccessive fluttuazioni dei prezzi all'origine. Finora i Consorzi hanno incontrato difficoltà nel costruire un soddisfacente sistema informativo, sia sul piano tecnico, sia per le difficoltà incontrate nel garantire ai propri consorziati una totale garanzia sulla riservatezza dei dati sensibili. Inoltre, gli sforzi finora condotti dai singoli Consorzi non sono stati in alcun modo coordinati, tanto che ciascuno ha utilizzato software e sistemi di rilevazione e reportistica diversi. Lo sforzo comune e coordinato consentirebbe invece di impostare politiche di sviluppo comuni con riferimento ai nuovi mercati da sviluppare in particolare in Asia.

La soluzione innovativa

Individuare gli strumenti adatti a contenere le fluttuazione dei prezzi all'origine e impostare politiche di sviluppo delle Denominazioni sono in estrema sintesi i due obiettivi che si sono dati i partner del Progetto. La soluzione individuata è duplice.

Da un lato, occorre mettere in condizione i Consorzi di sviluppare un sistema coordinato di monitoraggio dei prezzi e delle quantità, superando i diversi problemi tecnici e di privacy finora rilevati. Tale percorso dovrà essere affrontato anzitutto attraverso idonei strumenti di rilevazione e analisi dei bisogni delle imprese che saranno chiamate ad adottare l'uso di opportuni strumenti informatici di rilevazione e trasmissione delle informazioni. In particolare, tutti i Consorzi componenti A.VI.TO condividono l'esigenza di sviluppare congiuntamente un nuovo sistema di monitoraggio costante, omogeneo, basato su un sistema informativo dei fattori produttivi e di mercato che permetta di conseguire tre obiettivi fondamentali:

1)definire interventi di tipo strutturale, quali la programmazione della produzione e dell'offerta in funzione degli andamenti del mercato, rispondendo alle possibilità offerte dal nuovo regolamento OCM vino;

2)elaborare interventi congiunturali per reagire alle anomale tensioni del mercato e stabilizzare i prezzi all'origine di equilibrio di lungo periodo;

3)elaborare strategie di marketing derivate da modelli predittivi della domanda che saranno resi disponibili dall'innovazione proposta.

Per conseguire tali obiettivi, occorre individuare strumenti di programmazione della produzione e regolazione dell'offerta delle Denominazioni che siano applicabili nel rispetto di quanto previsto dalle vigenti norme comunitarie e nazionali. A tale scopo, si è previsto uno studio di benchmark per valutare se e come sia possibile adattare efficaci strumenti già utilizzati per i vini di Champagne e Rjoca.

Attività

  • WP 1 Analisi e informazioni sul territorio
  • WP 2 Analisi dei bisogni
  • WP 3 Studio di fattibilità
  • WP 4 Formazione del potenziale Gruppo Operativo e predisposizione del suo regolamento
  • WP 5 Formazione del potenziale Gruppo Operativo e predisposizione del suo regolamento